w o r (l) d s

worlds inside words – Let your imagination run wild

Categoria: WARRIORS

WARRIORS: GIANLUCA MANTELLI (GUERRILLA PLANTATION – DAVID and MATTHAUS 2013)

Guerrilla PlantationEcco che aggiungo un soldatino tra la schiera dei “miei warriors”: Gianluca Mantelli. Un ragazzo sveglio, ironico e attento; uno studente meticoloso e preciso; un autore sagace e riflessivo, con un raffinato e particolare senso dell’umorismo.
Ho avuto la fortuna di leggere anche alcuni suoi racconti inediti e devo dire che ha davvero un modo di scrivere interessante e non scontato. Per un certo verso mi ha ricordato un po’ “l’Ammaniti di Fango”…

Beh; detto ciò, come per i precedenti post riguardanti autori emergenti, non aggiungo altro e lascio tutto a voi…

Leggetelo; senza pregiudizi o riserve. E’ forte davvero.

Frances

Trama: Uno studente fuori corso con poca voglia di studiare e la passione per gli spinelli traffica in monete antiche via internet. Un lotto di monete appena acquistate gli viene bloccato alla dogana… Essendo senza soldi il ragazzo decide quindi di “mettere in piedi” una coltivazione di Marijuana, coinvolgendo nell’impresa anche il migliore amico. Tutto sembra andare alla grande, ma il tempo passa, le piante crescono, la coltivazione si allarga, la tesi si avvicina e … La “roba deve essere assolutamente piazzata”…

*

Gianluca Mantelli si è laureato in Lingue e Letterature straniere all’Università di Parma; durante gli anni della formazione ha viaggiato molto, vivendo diversi periodi all’estero. Dopo la laurea è stato animatore e assistente turistico su navi da crociera fluviale in Russia, in un villaggio turistico in Egitto e sulle isole della Grecia. Ha poi lavorato come funzionario commerciale a Parma, Modena e Mosca e, infine, ha vissuto a Roma, Barcellona e Parma, cambiando diversi mestieri. Ama i viaggi, la lettura e la scrittura.

WARRIORS: REBECCA E SOFIA DOMINO

Leggere…che fortuna… Viaggiare con la fantasia, entrare in mondi inventati da altri… Immaginare. In un certo senso volare…
Non ci sono molte altre attività che trasmettono emozioni simili.. Forse la musica…
E così… Come quando si ascolta un brano nuovo e mai sentito prima, leggere un romanzo inedito rende tutto ancora più elettrizzante.
A me è successo per la prima volta in questi giorni, quando ho avuto la possibilità (e la fortuna appunto) di poter mettere le mie manine, o meglio i miei occhietti, sui romanzi scritti da due giovani ragazze: Rebecca e Sofia Domino, rispettivamente autrici di “La mia amica ebrea” e “Quando dal cielo cadevano le stelle”.
L’occasione mi ha peraltro fatto venire l’idea di dedicare una sezione del blog proprio agli emergenti, che chiamerò “warriors”, perchè credo che scrivere richieda una buona dose di coraggio e che una volta usciti allo scoperto si debba combattere, forti della propria opera e fieri delle proprie idee!
Pertanto, proprio per questa ragione, mi limiterò a dare solo qualche impressione soggettiva delle opere senza esagerare o etichettare nulla e lasciando più spazio agli autori ed alla loro storia…

Rebecca Domino e Sofia Domino, due autrici decise e con le idee chiare; “La mia amica ebrea” e “Quando dal cielo cadevano le stelle”, due prime opere “audaci” che raccontano di un momento storico difficile ed ancora doloroso; Josepha, Rina e Lia, tre protagoniste coraggiose, curiose, idealiste e piene di voglia di vivere.
Personaggi ben delineati e trama lineare; dettagli curati, emozioni forti e la voglia di comunicare. Comunicare un messaggio importante.
MI sono piaciuti. Hanno qualcosa da dire.

I romanzi saranno pubblicati il 27 gennaio 2014 proprio nel giorno della memoria. Il mio suggerimento è leggerli senza pregiudizi o preconcetti e riflettere.

Frances

LA MIA AMICA EBREA

LA MIA AMICA EBREA (Rebecca Domino – 2014)

Quotes:
“ascolto il silenzio: ho sempre paura che il frastuono delle bombe lo interrompa”
“so che domattina il sole sorgerà di nuovo, eppure, non sono pronta”.


Trama: “Amburgo, 1943. La vita di Josepha, quindici anni, trascorre fra le uscite con le amiche, le lezioni e i sogni, nonostante la Seconda Guerra Mondiale. Le cose cambiano quando suo padre decide di nascondere in soffitta una famiglia di ebrei. Fra loro c’è Rina, quindici anni, grandi e profondi occhi scuri.Nella Germania nazista, giorno dopo giorno sboccia una delicata amicizia fra una ragazzina ariana, che è cresciuta con la propaganda di Hitler, e una ragazzina ebrea, che si sta nascondendo a quello che sembra essere il destino di tutta la sua gente.Ma quando Josepha dovrà rinunciare improvvisamente alla sua casa e dovrà lottare per continuare a sperare e per cercare di proteggere Rina, l’unione fra le due ragazzine, in un Amburgo martoriata dalle bombe e dalla paura, continuerà a riempire i loro cuori di speranza.Un romanzo che accende i riflettori su uno dei lati meno conosciuti dell’Olocausto, la voce degli “eroi silenziosi”, uomini, donne e giovani che hanno aiutato gli ebrei in uno dei periodi più bui della Storia”.

Pagine: 300.
Prezzo: 1.99 (ebook).
Data di pubblicazione: 27 gennaio 2014 (Giornata della Memoria).
Canale di distribuzione: Lulu.
Rebecca Domino: “sono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso è ciò che mi piace di più fare. Sono anche un’appassionata viaggiatrice e lettrice. “La mia amica ebrea” è il mio primo romanzo.”(http://rebeccadomino.blogspot.it)

QUANDO DAL CIELO CADEVANO LE STELLE

QUANDO DAL CIELO CADEVANO LE STELLE (Sofia Domino 2014)

Trama: “Lia ha tredici anni. È una ragazzina italiana piena di sogni e di allegria, con l’unica colpa di essere ebrea durante la Seconda Guerra Mondiale. Dallo scoppio delle leggi razziali la sua vita cambia, e con la sua famiglia è costretta a rifugiarsi in numerosi nascondigli, a sparire dal mondo. Da quel mondo di cui vuole fare disperatamente parte. Passano gli anni, conditi da giornate piene di vicende, di primi amori, di paure e di speranze, come quella più grande, la speranza che presto la guerra finirà. Ma nessuno ha preparato Lia alla rabbia dei nazisti. Il 16 ottobre 1943, la comunità ebraica del ghetto di Roma viene rastrellata dalla Gestapo e i nazisti le ricorderanno che una ragazzina ebrea non ha il diritto di sognare, di sperare, di amare. Di vivere. Lia sarà deportata ad Auschwitz con la sua famiglia, e da quel giorno avrà inizio il suo incubo. Terrore, lavoro, malattie, camere a gas, morti. E determinazione. Quella che Lia non vuole abbandonare. Quella determinazione che vorrà usare per gridare al mondo di non dimenticare. Quella determinazione che brillerà nei suoi occhi quando il freddo sarà troppo pungente, quando la fame sarà lancinante, quando la morte sarà troppo vicina e quando sarà deportata in altri campi di concentramento.Quella determinazione che le farà amare la vita, e che le ricorderà che anche le ragazzine ebree hanno il diritto di sognare. Perché non esistano mai più le casacche a righe, perché nessuno sia più costretto a vivere in base a un numero tatuato su un braccio o in base a una stella cucita sulla veste.Perché dal cielo non cadano più le stelle”.

Pagine: 496.
Prezzo: 1.99 (ebook).
Data di pubblicazione: 27 gennaio 2014 (Giornata della Memoria).
Canale di distribuzione: Lulu.
Sofia Domino: “sono nata nel 1987 e sin da quando ero piccola mi piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura è la mia passione principale. Oltre a scrivere adoro leggere e sognare. Inoltre, viaggio non appena posso. “Quando dal cielo cadevano le stelle” è il mio primo romanzo”. (http://sofiadominolibri.blogspot.it)